Jan SAENREDAM (1565-1607)
Jan SAENREDAM (1565-1607)
Jan SAENREDAM (1565-1607)
Jan SAENREDAM (1565-1607)
Jan SAENREDAM (1565-1607)
Jan SAENREDAM (1565-1607)
Jan SAENREDAM (1565-1607)
Jan SAENREDAM (1565-1607)
Jan SAENREDAM (1565-1607)
  • Charger l'image dans la galerie, Jan SAENREDAM (1565-1607)
  • Charger l'image dans la galerie, Jan SAENREDAM (1565-1607)
  • Charger l'image dans la galerie, Jan SAENREDAM (1565-1607)
  • Charger l'image dans la galerie, Jan SAENREDAM (1565-1607)
  • Charger l'image dans la galerie, Jan SAENREDAM (1565-1607)
  • Charger l'image dans la galerie, Jan SAENREDAM (1565-1607)
  • Charger l'image dans la galerie, Jan SAENREDAM (1565-1607)
  • Charger l'image dans la galerie, Jan SAENREDAM (1565-1607)
  • Charger l'image dans la galerie, Jan SAENREDAM (1565-1607)

Jan SAENREDAM (1565-1607)

Distributeur
Galleria L'Estampe
Prix normal
$1,048.98
Prix réduit
$1,048.98
Prix normal
Épuisé
Prix unitaire
par 
Taxes incluses.

Jan SAENREDAM (1565-1607)

La Tentazione di Adamo. 1605. Incisione originale in rame da un soggetto di Cornelis van Haarlem, cm 31x22. Splendida prova, chiara, fresca e perfettamente inchiostrata di questa bella e rarissima tavola del grande incisore olandese, applicata su carta del Giappone. Sottilissimo margine oltre il trait carré laterale e superiore, appena completa al margine inferiore. Tracce di antica piegatura centrale. Alcune piccole macchie e alcuni minuti restauri, ma, complessivamente, data anche la grande rarità della tavola, in ottime condizioni di conservazione.

Il soggetto della Tentazione di Adamo è stato trattato da moltissimi autori con grande cura e intensità. Il modo di raffigurare la scena resta a lungo composto e ispirato alle modalità classiche, di impostazione estetica apollinea. Nel periodo tra Riforma e Controriforma, l’evoluzione nel modo di raffigurare questo episodio fondante della storia tradizionale dell'Uomo rappresenta il progressivo modificarsi del sentimento religioso europeo: l’atteggiamento di Adamo, a volte affettuoso, altre volte condannatore, altre volte ancora complice, rende bene l'idea della differente interpretazione, frutto anche di una diversa sensibilità, che andava via via sviluppandosi nei confronti del racconto biblico.

(Bibl.: Charles Le Blanc, Manuel de l'Amateur d'Estampes, Paris, 1854-89)

Torna su